Monthly Archives: novembre 2016

Facebook: IA contro le notizie false

Category : Tecnologia

Facebook potrebbe usare l’intelligenza artificiale per far piazza pulita delle notizie false e per individuare violenza o nudità nei video trasmessi in diretta, filtrando i contenuti del social. Prima, tuttavia, occorre che la società si doti di regole su come applicare in modo responsabile uno strumento del genere. Lo ha detto Yann LeCun, direttore di Facebook per l’intelligenza artificiale.

“Qual è il bilanciamento tra il filtraggio e la censura? La libertà di sperimentare e la decenza?”, ha detto LeCun in un incontro con i giornalisti nel quartier generale di Menlo Park, in California, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.

“La tecnologia o esiste già o può essere sviluppata, ma la domanda è come ha senso utilizzarla, e questo non mi compete”.

La circolazione di notizie false sul social è un problema finito sotto i riflettori con le elezioni presidenziali statunitensi. Un altro problema è rappresentato dai ‘live video’, i filmati che gli utenti possono trasmettere in diretta, e che potrebbero avere contenuti pornografici o comunque immagini di nudo, vietate dalla compagnia, così come immagini e messaggi violenti quali possono essere quelli di estremisti e terroristi. Facebook, ha spiegato il direttore del settore apprendimento automatico della compagnia, Joaquin Candela, è in “fase di ricerca” per usare l’intelligenza artificiale per rilevare in automatico violenza e altri contenuti inappropriati nelle dirette video.


Nokia, nel 2017 il ritorno con Android

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 1 DIC – Il 2017 segnerà il ritorno deicellulari Nokia, con smartphone, ma anche tablet, equipaggiaticon Android, il sistema operativo “mobile” di Google. Lacompagnia finlandese, che nel 2013 aveva ceduto la sua divisioneMobile alla Microsoft per 7,17 miliardi di dollari, haufficializzato l’accordo di licenza – decennale – per losviluppo e la vendita di dispositivi a suo marchio con HMDGlobal. E sul sito di Nokia rispunta anche una sezione ad hocper la promozione e vendita dei dispositivi mobili. HMD haannunciato oggi il completamento delle transazioni con FIHMobile, sussidiaria della taiwanese Foxconn, e Microsoft.

Questo, si legge sul sito della compagnia, significa che HMD puòavviare la sua attività come “nuova casa dei telefonini Nokia”,sotto un accordo globale esclusivo di licenza per i prossimidieci anni. Insomma il marchio Nokia tornerà, sia con telefoninitradizionali sia con smartphone. I cellulari continueranno aessere venduti nei mercati emergenti, dove la domanda è piùalta. E in più per il prossimo anno la compagnia anticipa illancio di smartphone e tablet con Android.

Di Nokia per ora c’è solo il brand. La compagnia non èinvestitore o azionista di HMD ma riceverà i pagamenti delleroyalty per ogni dispositivo venduto. A produrli sarà Foxconn.

Alla guida di HMD c’è il ceo Arto Nummela, ex veterano diNokia.(ANSA).


YouTube lancia le dirette video in 4K

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 1 DIC – YouTube porta l’altissima risoluzionenelle dirette video. La compagnia ha infatti annunciato ilsupporto alla risoluzione 4k – presente dal 2010 per i filmatiospitati sulla piattaforma – anche negli streaming live difilmati, sia normali che a 360 gradi.

La mossa pone YouTube davanti a Periscope di Twitter e aFacebook Live per qualità delle immagini: su YouTube il 4K, cioècirca quattromila pixel orizzontali di risoluzione, con 60 frameal secondo; mentre i rivali i consentono un massimo di 720p a 30frame al secondo.

Il 4K non è l’unica novità svelata da YouTube, che il mesescorso ha introdotto il supporto all’HDR, l’High Dynamic Range(“elevata gamma dinamica”), cioè il top della definizione perl’audiovisivo, per cui però sono necessari televisoricompatibili.(ANSA).


L’AI di Amazon riconosce anche i cani

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 01 DIC – Tra i big del mondo della tecnologiaanche Amazon si è lanciata in progetti basati sull’intelligenzaartificiale. Da Las Vegas, dove è in corso la conferenza deisuoi servizi basati sul cloud (gli Amazon Web Services, AWS), ilcolosso di Seattle ha presentato Amazon Rekognition, unapiattaforma di riconoscimento delle immagini pensata per glisviluppatori.

Il sistema è in grado di esaminare una foto e di riconoscerei volti umani, di ‘leggere’ le loro emozioni e di individuaregli oggetti. La tecnologia è in grado anche di riconoscereeventuali animali: di un cane ad esempio riesce a identificareanche la razza, specificando quindi se si tratta di unbarboncino o di un golden retriever.

Tra i servizi svelati a Las Vegas c’è anche “AWS Snowmobile”:un nuovo sistema per il trasporto dei dati verso i server. Lacompagnia mette a disposizione delle aziende un container,trasportabile con un camion, in cui conservare i dischi fissidel proprio data center fino a 100 petabyte di dati. Questocontainer viene poi fisicamente trasportato da Amazon ai suoidata center dove i contenuti vengono caricati sui servercloud.(ANSA).


Dopo Trump archivio web migra in Canada

Category : Tecnologia

L’Archivio di Internet (The Internet Archive) – una sorta di biblioteca digitale delle pagine web realizzata negli Stati Uniti dall’omonima organizzazione no profit – cerca “asilo” in Canada dopo l’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. Sul sito del progetto il fondatore Brewster Kahle scrive: “C’è bisogno di mantenere il nostro materiale al sicuro, privato e sempre accessibile”. Per questo, annuncia, è in corso la copia di tutti gli archivi su server canadesi.

“Il 9 novembre in America ci siamo svegliati con una nuova amministrazione che promette cambiamenti radicali”, spiega Kahle. “Ciò significa preparaci a un web che potrà dover affrontare maggiori restrizioni. Vuol dire servire clienti in un mondo in cui la sorveglianza governativa non sparirà, anzi pare che aumenterà”.

L’Archivio di Internet è un progetto nato a San Francisco con l’obiettivo di diventare biblioteca globale di tutto ciò che è in Rete, digitale: film, libri, migliaia di software e videogame, ma soprattutto le pagine web racchiuse nella “Wayback Machine”. Khale stima che costerà “milioni” di dollari mantenere una copia di questi archivi in Canada, ma sottolinea che questa operazione proteggerà i dati da eventuali azioni legali: renderà più difficile far sparire determinati contenuti e richiedere dati sulle attività degli utenti.


Rivoluzione Netflix, film e serie tv ora si guardano anche offline

Category : Tecnologia

ROMA – Non solo con collegamento a Internet, ora gli abbonati Netflix di tutto il mondo possono scaricare serie e film ‘offline’, senza costi aggiuntivi.

“Tantissimi film e serie sono già disponibili per il download e molti altri lo saranno presto, quindi c’è un’ampia scelta di titoli da guardare offline. Ad esempio, Orange is The New Black, Narcos e The Crown sono disponibili per il download oggi stesso”, spiega Eddy Wu, direttore responsabile dell’innovazione del prodotto.

La nuova funzionalità è inclusa in tutti i piani ed è disponibile per cellulari e tablet Android e iOS. Per iniziare a scaricare, bisogna aggiornare l’app Netflix alla versione più recente, poi basta cliccare sul tasto del download nella pagina dei dettagli di un film o di una serie tv per poterli guardare senza connessione Internet in un momento successivo.

La mossa di Netflix è un’arma in più contro la pirateria digitale. Secondo una ricerca di gennaio 2016, da quando Netflix è sceso in campo il servizio di file sharing peer-to-peer BitTorrent è drasticamente calato (dati rilasciati da Sandvine).


Apple Music, arriva lo sconto studenti anche in Italia

Category : Tecnologia

ROMA – Arriva anche in Italia, e in altre 29 nazioni, lo sconto studenti per Apple Music, che taglia del 50% il costo dell’abbonamento al servizio di musica in streaming della Mela. Per i giovani iscritti a un istituto universitario qualificato la cifra mensile passa da 9,99 a 4,99 euro, per un periodo massimo di 4 anni.

Apple Music è stato lanciato poco più di un anno fa e conta 17 milioni di abbonati all’attivo nel mondo. La formula studenti era presente solo in Australia, Danimarca, Germania, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti.

Gli universitari italiani, spiega Apple, se hanno già un abbonamento individuale possono passare a uno studenti dall’applicazione musica o via iTunes da computer. La verifica dell’effettiva iscrizione dell’utente a una facoltà universitaria avviene attraverso il servizio UniDAYS.


Russia contro Apple e Google, sceglie software ex Nokia

Category : Tecnologia

ROMA – La Russia mette da parte colossi della tecnologia come Apple e Google e si affida ad una piccola società finlandese. D’ora in poi i dispositivi di istituzioni e aziende avranno a bordo il sistema operativo Sailfish OS, progettato da Jolla, una società nata dalla una costola di Nokia. Il software ha ottenuto la certificazione dal governo che – specifica il sito TechCrunch – vuole ridurre la dipendenza dai big della tecnologia statunitensi, arrivando entro dieci anni ad una quota di mercato del 50% con sistemi operativi ‘fatti in casa’.

“È stato un progetto molto lungo e complesso che ha richiesto molta concentrazione. È iniziato con la pubblicazione di una lunga lista di sistemi operativi ‘mobile’ alternativi pubblicata dal Ministero delle tecnologie dell’informazione”, ha spiegato Antti Saarnio, presidente di Jolla, specificando che il processo di certificazione in Russia è iniziato nella primavera del 2015.

E’ la seconda scelta autarchica del paese. Ad inizio anno Mosca ha lanciato la piattaforma Open Mobile Platform per il mercato russo. Jolla è stata fondata nel 2011 in Finlandia da un gruppo di informatici fuoriusciti da Nokia, tra questi c’è l’italiano Stefano Mosconi.


Parlamento europeo, ok a portabilità contenuti online

Category : Tecnologia

BRUXELLES – Poter fruire anche quando si è temporaneamente in viaggio in un altro Paese dell’Ue delle partite, dei film, della musica online per cui si paga un abbonamento nel proprio Paese di residenza: arriva il primo via libera del Parlamento europeo alla proposta presentata l’anno scorso dalla Commissione per l’ammodernamento del copyright sulla cosiddetta ‘portabilità dei contenuti online’.

La commissione Affari legali del Parlamento europeo ha approvato all’unanimità un rapporto a riguardo. Prossimo passo: l’avvio di un negoziato con il Consiglio per raggiungere un compromesso sulla proposta.

La fornitura di contenuti online protetti da copyright è ancora largamente caratterizzata da licenze di esclusiva su base territoriale. Con il risultato che un abbonamento stipulato ad esempio in Italia risulta totalmente inutile in un altro Paese dell’Unione. Una situazione che ora le nuove regole propongono di cambiare.


Amazon limita le recensioni dei prodotti

Category : Tecnologia

ROMA – Amazon impone un limite al numero di recensioni che gli utenti possono lasciare ai prodotti in vendita sulla sua piattaforma: d’ora in poi non si potranno lasciare più di 5 commenti a settimana agli articoli non acquistati dal suo negozio online. Una nuova mossa, come riportato dal sito della Bbc, per contrastare la proliferazione di recensioni false.

La novità – contenuta nei termini del servizio clienti – arriva dopo quella annunciata poche settimane fa. A ottobre Amazon ha infatti avviato una sorta di operazione pulizia vietando le recensioni “incentivate”, quelle scritte da utenti che hanno ricevuto la merce gratis o scontata in cambio di una opinione pubblicata online. A giugno scorso il colosso di Seattle ha invece fatto causa ad alcuni utenti responsabili della pubblicazione di opinioni false.


WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com