Tinder, la app per fare incontri, sbarca sul computer e rende le interazioni meno frettolose. La novità, in fase di test in Italia e in alcune altre nazioni, è pensata per superare i limiti delle connessioni mobili a internet e delle memorie dei cellulari, ma potrebbe cambiare l’approccio alla piattaforma incentivando le conversazioni tra utenti grazie al maggiore spazio riservato alla chat.

Presente in 196 Paesi e con all’attivo oltre 10 miliardi di abbinamenti di cuori solitari, la app di Tinder si basa sullo “swipe”, cioè sullo scorrere l’indice sullo schermo: verso sinistra se il profilo della persona che si visualizza non piace, verso destra se invece interessa. Quando due utenti si piacciono, si crea un abbinamento: possono iniziare a chattare e magari mettersi d’accordo per un incontro. La versione per computer rende lo “swipe” meno istantaneo, perché richiede di selezionare con il mouse la foto del potenziale partner e di trascinarla a destra o a sinistra per dire sì o no. Inoltre, una volta creato un abbinamento, la parte centrale della schermata viene occupata dalla finestra della chat, che assume così uno spazio rilevante e può sollecitare le conversazioni virtuali.

Oltre all’Italia, Tinder su pc è in fase di test in Argentina, Brasile, Colombia, Filippine, Indonesia, Messico e Svezia.

Web Hosting

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com