Monthly Archives: aprile 2017

Ransomware quinto tipo virus più diffuso

Category : Tecnologia

ROMA – Sempre più in crescita il cyberspionaggio e il ransomware, quel virus che prende in ostaggio i dispositivi e che risulta la quinta tipologia di virus malevolo più diffuso al mondo. E’ l’allarme che lancia il rapporto Verizon 2017, arrivato alla sua decima edizione. In aumento anche il pretexting, una forma di raggiro via mail e telefonico, sempre più rivolto ai dipendenti del settore finanziario.

Il Data Breach Investigations Report di Verizon raccoglie il contribuito di 65 aziende ed ha esaminato oltre 42mila incidenti di sicurezza, registrando quasi duemila violazioni in più di 84 Paesi. Il 51% delle violazioni analizzate vede il ricorso al malware, i virus malevoli, con i ransomware aumentati del 50% rispetto alla precedente rilevazione. Secondo Verizon, il phishing si dimostra ancora una volta una tecnica vincente con il 43% delle violazioni di dati. Nel mirino anche le organizzazioni più piccole: il 61% delle vittime prese in esame nel report sono state aziende con meno di 1.000 dipendenti. Nel 21% dei casi analizzati il cyber-spionaggio ha colpito in particolate il settore manifatturiero, la pubblica amministrazione e l’istruzione.

“Gli attacchi che sfruttano il fattore umano sono ancora un tasto dolente – spiega Bryan Sartin di Verizon -. I cybercriminali sfruttano soprattutto quattro aspetti principali del comportamento umano per convincere gli utenti a rivelare informazioni: entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza. Non esiste un sistema impenetrabile, ma implementare una buona protezione di base può fare davvero la differenza”.


A 2 anni da morte marito, Sandberg racconta il suo dolore

Category : Tecnologia

NEW YORK – “Non riuscivo a respirare”. A due anni dalla morte del marito Dave Goldberg durante un tragico incidente in Messico, Sheryl Sandberg racconta in un libro, ‘Option B’ i momenti successivi alla morte. “Doverci passare – ha detto la n. 2 di Facebook in un’intervista alla Cnn – e’ una cosa inimmaginabile. I primi giorni, mesi, settimane, sentivo che il vuoto si avvicinava a me. Il dolore, non riuscivo a respirare e non sapevo cosa fare”.

E il libro vuole anche essere una guida di sostegno a chi ha subito delle perdite. In uno dei passaggi, la Sandberg parla del momento in cui ha dovuto dare la notizia ai figli. “Le urla, i pianti che sono seguiti – si legge – mi perseguitano ancora oggi. Non c’e’ nulla che si puo’ paragonare”.

Ma nonostante il suo dolore, la Sandberg spera che la sua esperienza possa aiutare chiunque va incontro a simili esperienze, il libro infine e’ per lei un modo per tenere viva la memoria del marito. Goldberg aveva solo 47 anni quando morto per una caduta sul tapis roulant, l’autopsia poi ha rivelato che era affetto da un disturbo alle coronarie.


Sensore per iPhone mostra qualità aria

Category : Tecnologia

ROMA – Per sapere cosa stiamo respirando basta un piccolo sensore da collegare all’iPhone. Una startup californiana ha infatti lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma Kickstarter per mettere in produzione un rilevatore in grado di analizzare i composti organici volatili nell’aria e mostrare il risultato sullo schermo dello smartphone.

Sprimo, questo il nome del rilevatore, si collega alla porta Lightning dell’iPhone e consente di conoscere la qualità dell’aria del luogo in cui ci troviamo sia al chiuso, come la casa o l’ufficio, che all’aperto, ad esempio nell’area dove andiamo a fare jogging. Il dispositivo offre informazioni su umidità, temperatura e presenza di inquinanti, assegnando un voto da zero (buona qualità dell’aria, semaforo verde) a 500 (qualità pessima e pericolosa, semaforo rosso). Attraverso la app è possibile condividere i risultati delle misurazioni all’aperto, in luoghi pubblici ed esercizi commerciali, risultati che vengono visualizzati su una mappa.

La raccolta fondi su Kickstarter, che sarà aperta ancora per una ventina di giorni, ha raggiunto i 54mila dollari contro i 15mila richiesti. Sulla piattaforma è possibile ordinare un rilevatore per 30 dollari, con la consegna prevista a luglio.

Gli ideatori sono al lavoro per sviluppare un sensore compatibile con gli smartphone Android.


Facebook suggerirà articoli anti bufale

Category : Tecnologia

ROMA – Facebook spinge sempre di più sui contenuti editoriali, anche in funzione anti ‘bufale’ online. Il social media da quasi due miliardi di utenti ha annunciato di aver avviato un test per suggerire ai suoi iscritti gli articoli provenienti da fonti diversificate e notizie sottoposte a verifiche, il ‘fact check’, di terzi.

La novità riguarda la funzione degli Articoli correlati, un insieme di suggerimenti che l’algoritmo di Facebook mostra agli utenti dopo che questi hanno letto una notizia su un dato tema.

Il test, spiega la compagnia, consisterà nel mostrare degli articoli consigliati “prima” che gli iscritti aprano una notizia. Tali suggerimenti riguarderanno argomenti di cui le persone discutono sul social. Lo scopo è dare “prospettive e informazione aggiuntive”, nonché notizie verificate. Un modo, insomma, per prevenire la proliferazione di bufale o notizie fuorvianti. Una sorta di antidoto alle “fake news”, piaga del web e dei social in particolare. Per ora si tratta solo di un test, precisa Facebook, ma in base ai feedback che si otterranno è possibile che la funzione sia estesa a tutta la platea di iscritti.


Doodle di Google per Sonda Cassini arrivata ad anelli Saturno

Category : Tecnologia

Google dedica oggi, mercoledì 26 aprile, il suo doodle alla sonda Cassini, che in giornata compie il suo primo tuffo fra gli anelli di Saturno. La missione, partita vent’anni fa e nata dalla cooperazione tra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi), per 22 settimane dovra’ compiere manovre acrobatiche tra le particelle di ghiaccio e polveri, fino all’ultima ‘picchiata’ nell’atmosfera del pianeta, prevista per il 15 settembre. Queste ultime manovre del ‘gran finale’ porteranno Cassini a compiere una successione di orbite sempre piu’ vicine al pianeta per andare a ‘bucare’ gli anelli e infine toccare l’atmosfera

per analizzare in dettaglio la composizione. I tuffi risolveranno definitivamente i tanti dubbi sulla

natura degli anelli di Saturno, in articolare capire se siano nati 4,5 miliardi di anni parallelamente alla nascita del pianeta oppure siano molto piu’ recenti, i frammenti di una luna di ghiaccio andata in frantumi.


Sos fake news,Wikipedia crea WikiTribune

Category : Tecnologia

Nasce ‘Wikitribune’: la nuova piattaforma contro le fake news messa a punto dal fondatore di Wikipedia. Promette storie ed articoli scritti solo da giornalisti professionisti. Ogni post verra’ sezionato e verificato da volontari che ne esamineranno la correttezza delle notizie e dei dati.

Ad annunciarlo lo stesso Jimmy Wales: l’accesso al sito pronto ad aprire i battenti online in 29 giorni – sara’ gratuito. Non ci sara’ alcuna pubblicita’ e l’iniziativa e’ alla ricerca di sostenitori finanziari: per Wikitribune e’ stato infatti aperto un ‘crowd-funded’, dove chiunque puo’ donare fondi per sostenere i costi della piattaforma.

“Quando le notizie sono false e sono gia’ fuori, di pubblico dominio, noi le correggiamo”, dice Wales in un video promozionale sul suo sito web.

Il primo obiettivo del fondatore di Wikipedia e’ raccogliere abbastanza soldi da assumere 10 giornalisti: il sito di Wales chiede ai sostenitori di dare almeno 10 dollari al mese.


Google, nuovo algoritmo contro fake news

Category : Tecnologia

Google rilancia la lotta alle “fake news” e ai contenuti online offensivi, violenti o fuorvianti che talvolta compaiono nei risultati del motore di ricerca e annuncia cambiamenti “strutturali” all’algoritmo che ne regola il funzionamento: il motore online punterà a privilegiare sempre più pagine web di qualità, ad esempio assegnando un peso maggiore a fonti autorevoli e tenendo sempre più conto delle segnalazioni “umane” sui contenuti inappropriati.

La novità che coinvolge più direttamente gli utenti riguarda gli strumenti di feedback su due funzioni di Google: il completamento automatico delle ricerche, finito sotto i riflettori per aver dato anche suggerimenti razzisti e sessisti, e gli “snippet”, letteralmente “frammenti”, che estrapolano dal motore di ricerca brevi contenuti, non sempre da siti pertinenti o autorevoli. Da oggi gli utenti potranno segnalare i testi dei suggerimenti e degli “snippet” indicando se li reputano violenti, offensivi, sessualmente espliciti, inutili o falsi.

Altri cambiamenti riguardano il sistema di posizionamento di una pagina nel motore di ricerca che tiene conto e bilancia centinaia di fattori diversi. D’ora in poi al fattore dell’autorevolezza sarà assegnato un peso maggiore. Un modo per “far retrocedere contenuti di scarsa qualità” e per evitare “problemi” come quello scoppiato a dicembre sui risultati che negano l’Olocausto.(ANSA).


Boldrini a Fb, cancelli pagine fasciste

Category : Tecnologia

BOLOGNA – Dal palco di Piazza Nettuno di Bologna la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini cita la Costituzione e la legge Scelba sull’apologia del fascismo e il divieto di ricostituzione del partito fascista, nel suo discorso per la 72/a Festa della Liberazione.

“Una legge oggi messa in crisi”, dice citando una ricerca fatta dall’Anpi: “ci sono 2.700 pagine Facebook legate all’estrema destra, trenta delle quali sono apologetiche. Un pericolo reale, non possiamo trascurare questa presenza che aleggia. L’apologia del fascismo non può essere vietata in tutti i luoghi tranne che su Facebook”.

Proprio per questo motivo, la presidente della Camera si è rivolta direttamente al fondatore del social network Mark Zuckerberg: “Glielo dico da qua: signor Zuckerberg, prenda coraggio, cancelli quelle pagine di vergogna, lo faccia e avrà il rispetto di tutti noi”


M3dics, stampante 3D aiuta chirurgo

Category : Tecnologia

TORINO – Aiutare il chirurgo a preparare l’operazione con modelli stampati in 3D delle zone anatomiche sulle quali deve essere effettuato l’intervento. E’ l’obiettivo di M3dics, startup fondata dai torinesi Andrea Andolfi e Leandro Basso. “Puntiamo a fare pervenire il device stampato e certificato in tutto il mondo in 48-72 ore – spiega Andolfi – mentre i nostri competitor hanno bisogno di 20-30 giorni.

Abbiamo già una stretta collaborazione con due grandi ospedali torinesi, il Cto e il San Luigi di Orbassano: abbiamo studiato e stampato 70-80 casi con notevoli passi avanti, i tempi dell’intervento si sono ridotti del 40%.

Per la stampa in outsourcing abbiamo contratti chiusi con il gruppo San Donato e l’ospedale di Brescia”. M3dics vuole creare laboratori negli ospedali, gestiti dai propri ingegneri. Il business plan del 2016 prevede in 3 anni un fatturato di 6 milioni di euro ed ebitda del 40%, obiettivi che saranno rivisti in crescita se andrà in porto la trattativa con due fondi di investimento.


Camera: 27/4 a Bari Internet in scuole

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 24 APR – Dopo le prime due iniziative a Torino eRoma, prosegue il tour della Commissione Internet della Cameranelle scuole italiane: prossima tappa giovedì 27 aprile, a Baripresso il Liceo Scientifico Salvemini (Via Giuseppe Prezzolini,9) dalle ore 10.30. Lo comunica una nota di Montecitorio.

L’iniziativa “La Commissione Internet della Camera nelle scuole”prevede un ciclo di incontri con gli studenti e i docenti dellescuole del nord, del centro e del sud Italia, in attuazione delprotocollo siglato tra il Miur e la Commissione Internet.

Istituita dalla Presidente della Camera Laura Boldrini, laCommissione di studio per l’elaborazione di princìpi in tema didiritti e doveri relativi a Internet ha iniziato i suoi lavorinel luglio del 2014 con il coordinamento del professor StefanoRodotà. La Commissione ha prodotto la Carta dei diritti e deidoveri in Internet presentata nel luglio del 2015 e oggetto diuna mozione approvata in Aula nel novembre dello stesso anno.


WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com