Monthly Archives: maggio 2017

‘Half of Italian Facebook users aged over 35’

Category : Tecnologia

ROME- Social media giant Facebook currently has 30 million active users in Italy, including 28 million checking Facebook on mobile devices, according to an analysis carried out by Italian social media expert Vincenzo Cosenza, the Rome office director of research group Blogmeter. Over half of users are over 35 years of age – 53% – and the number of active visitors checking Facebook on mobile devices is on the rise, Cosenza said Tuesday, discussing the research on ‘Italians and social media’. Facebook is a “‘generalist’ platform that has multiple purposes, from entertainment to information and staying in contact with friends”, Cosenza told ANSA. Facebook has an average of 24 million Italian daily visitors this year, up from 23 million in 2016.

The social media expert said that, “this is a penetration of about 100%, based on Audiweb data on daily internet users”. A reported 48% of Facebook users are women and 52% are men. According to Blogmeter’s research, Facebook users from all age groups over the past two years have grown, expect for those under 18, down 5%, who are increasingly using other platforms such as Instagram, YouTube and Snapchat. Facebook has registered an increase across age groups, starting with users aged 19 to 24, up 10%, and those between 25 and 29 years of age, up 19% – the most significant segment with over seven million users.

The platform has also registered a significant increase over the past two years among those over 45 – up 21% in the 45-55 age group and up 29% among those over 55. More traditional media like television and the press however remain a predominant source of information for those aged over 55, according to the study. Facebook is the platform where Italian users spend more time, compared to other social media like Twitter and Linkedln, the research also said. A reported 84% of those polled by Blogmeter said they checked Facebook multiple times a day. “Facebook at this point is set to remain on the ‘media diet’ of Italians and continues to grow every year, at the moment the only limit in our country is internet access”, concluded Cosenza. “And its use on mobile devices is set to grow further given that Italians are great users”.


Google, Intelligenza artificiale contro lo spam in posta

Category : Tecnologia

ROMA – Contro le e-mail spazzatura e i tentativi di frode online Google schiera anche l’intelligenza artificiale: rafforzata la sicurezza del servizio di posta elettronica Gmail con un filtro basato anche sull’apprendimento automatico per lo “spam” e i virus del tipo “ransomware”. Misure potenziate, annuncia la compagnia, soprattutto per le imprese che utilizzano il servizio come strumento di lavoro.

Google stima che tra il 50 e il 70% dei messaggi di Gmail sia indesiderato, spazzatura, e il nuovo sistema “intelligente”, spiega sul suo blog, è in grado di bloccarli con un grado di accuratezza che sfiora la perfezione (99,9%). Il sistema sfrutta una tecnologia di intelligenza artificiale e d’ora in poi sarà potenziato: selettivamente ritarderà le mail per analisi anti-phishing più approfondite. Anche la scansione degli allegati è stata migliorata per tenere lontani virus di ogni tipo, compresi i famigerati “ransomware”.

La mossa arriva dopo il pesante attacco “spam” sferrato contro gli utenti di Google Docs: a inizio maggio la compagnia aveva bloccato un’ondata di messaggi falsi che invitavano gli utenti del servizio a cliccare su un link per leggere un documento online. Link che però li portava su un sito in grado di rubare tutti gli indirizzi e-mail dei contatti.


Twitter, filtro per messaggi diretti

Category : Tecnologia

ROMA – Un filtro ai messaggi provenienti da sconosciuti, o almeno da account che non si seguono: lo ha introdotto Twitter per i messaggi diretti, la chat interna al microblog. Un modo che punta a evitare abusi o messaggi “spazzatura”.

La novità, annunciata con un tweet, viene illustrata dalla compagnia nella pagina di supporto del servizio. Gli utenti che hanno abilitato l’opzione per ricevere i messaggi da chiunque vedranno comparire i messaggi in arrivo da persone che non si seguono come “Richieste” nella scheda dei messaggi. Nella stessa sezione compariranno anche le nuove conversazioni di gruppo in cui si viene aggiunti da persone che non si seguono. Entrando nella richiesta di conversazione l’utente potrà decidere se eliminare o accettare il messaggio.

Accettando il messaggio questo viene spostato tra quelli in arrivo e l’utente potrà a quel punto leggerlo e rispondere. Nessuno saprà che il messaggio è stato visto finché non si accetterà la richiesta. Cancellare il messaggio non impedirà al mittente indesiderato di tornare a scrivere, ma in questo caso c’è sempre l’opzione per bloccarlo.


Apple: guadagni sviluppatori a quota 70 miliardi dollari

Category : Tecnologia

ROMA – La comunità degli sviluppatori di Apple ha guadagnato a livello globale più di 70 miliardi di dollari da quando l’App Store è stato lanciato nel 2008. Lo rende noto la società di Cupertino, sottolineando che “solo negli ultimi 12 mesi i download sono aumentati di oltre il 70%”.

“E’ una cifra incredibile. Siamo ammirati dalla quantità di nuove app che i nostri sviluppatori continuano a creare e non vedo l’ora di accoglierli nuovamente la settimana prossima alla nostra conferenza mondiale degli sviluppatori”, spiega Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple, riferendosi all’appuntamento al via il 5 giugno.

Gli sviluppatori dell’App Store provenienti da tutto il mondo creano app per i clienti in 155 paesi. ‘Giochi’ e ‘Intrattenimento’ sono fra le categorie più redditizie mentre quelle della categoria ‘Stili e tendenze’ e ‘Salute e Benessere’ hanno registrato una crescita superiore al 70% nell’ultimo anno.

Anche la categoria ‘Foto e video’ cresce rapidamente, con un tasso di incremento di quasi il 90%.


Dopo il 3310 Nokia rilancia con tre smartphone

Category : Tecnologia

ROMA – Dopo l’operazione nostalgia con il 3310 presentato al Mobile World Congress di Barcellona, Nokia rilancia con tre smartphone. Sono i Nokia 3, 5 e 6, progettati da Hmd Global, che detiene oramai il il marchio. Entro la fine di giungo questi tre dispositivi saranno su 120 mercati nel mondo.

We plan to release our upcoming Smartphones worldwide before the end of Q2 2017. (June) Stay tuned for updates.

— Nokia Mobile (@nokiamobile) 28 maggio 2017

A bordo hanno il sistema operativo Android nella versione 7.1.1 Nougat. Il Nokia 6 è il top di gamma: ha un display da 5,5 pollici Full Hd, processore Snapdragon 430, 3 GB di Ram, fotocamera da 16 Megapixel, batteria da 3000 mAh. La versione limitata Arte Black costerà circa 299 euro.

I Nokia 5 e 3 hanno specifiche tecniche più contenute e costeranno rispettivamente 229 e 139 euro. Il primo ha uno schermo da 5,2 pollici solo Hd, 2 GB di Ram, 16 GB di memoria interna, fotocamere da 13 e 8 Megapixel. Il Nokia 3 ha un display da 5 pollici Hd e due fotocamere camere da 8 Megapixel.


Google Street View compie 10 anni, pioniere foto a 360 gradi

Category : Tecnologia

ROMA – Compie 10 anni Google Street View. Il servizio di mappe di Big G che si ruotano, fu lanciato nel maggio 2007 e si può considerare il pioniere delle foto a 360 gradi. Street View ha scandagliato non solo le strade ma anche montagne, oceani, luoghi d’arte, musei per un totale di 83 paesi e 10 milioni di miglia.

“Negli ultimi dieci anni la tecnologia e il mondo sono cambiati ma lo scopo di Google è sempre lo stesso: aiutare gli utenti nella navigazione e a scoprire più angoli del mondo”, scrive l’azienda in un post ufficiale.

Street View fu dunque lanciato due anni dopo le mappe di Google, ma i primi esperimenti di Larry Page (uno dei co-fondatori della società) iniziarono nel 2004 con un team creato ‘ad hoc’. Furono dunque piazzate delle telecamere sui furgoncini, furono messe su strada nel 2006 e poi la prima immagine fu pubblicata nel maggio 2007. Poi sono arrivati i trekker, gli zainetti da indossare per le riprese, che consentivano di andare anche nei posti più impervi, quelli che le auto non potevano raggiungere.

La tecnologia Steet View ha consentito di mappare in maniera nuova tanti posti come il Grand Canyon, il Taj Mahal, le Galapagos e anche Venezia. “Negli ultimi anni – spiega Google – abbiamo messo le telecamere anche sul gatto delle nevi per arrivare all’Artico, in groppa ad un cammello nel deserto e negli zainetti per dare un nuovo punto di vista delle opere d’arte”.


Provocazione Corea Nord, un tablet che si chiama iPad

Category : Tecnologia

ROMA – Ultima provocazione della Corea del Nord: il paese di Kim Jong Un lancia un tablet che si chiama iPad, esattamente come il dispositivo della Apple, e dunque in palese violazione del copyright. Il tablet e’ prodotto dall’azienda locale Ryonghung e le caratteristiche tecniche sono lontane anni luce da quelle del vero iPad. Potenzialmente ha anche la possibilità di navigare su Internet, una funzione praticamente inutile in un paese dove vige la censura.

Non è la prima volta che la Corea del Nord ruba idee a Apple, ricorda il sito Gizmodo. Un paio di anni fa, ad una fiera di Pyongyang fu presentato un computer praticamente identico ad un iMac, almeno esteticamente. Contemporaneamente fu lanciato anche un sistema operativo ‘ispirato’ a Apple chiamato Red Star 3.0.

Con l’iPad, però, è davvero la prima volta che viene letteralmente copiato anche il nome del dispositivo, circostanza che potrebbe far scattare una causa legale da parte del colosso di Cupertino.

Il tablet nordcoreano è poco potente, a bordo ha il sistema operativo Android, ed è accompagnato da una ingombrante cover con tastiera wireless di colore rosso. Nelle immagini sembrerebbe quasi un dispositivo-giocattolo.

Anche un altro regime autoritario come la Russia sta puntando su sistemi operativi e dispositivi ‘fatti in casa’ per affrancarsi dai colossi tecnologici americani, ma sono tecnologicamente più avanzati e non violano il copyright in questo modo sfacciato.


Intesa Ue per wireless gratuito in 8mila comuni

Category : Tecnologia

BRUXELLES – Sempre più piazze e luoghi pubblici di città e cittadine europee avranno punti Wi-fi gratuiti. Parlamento, Consiglio e Commissione Ue hanno raggiunto un accordo politico sull’iniziativa WiFi4Eu con l’impegno ad assicurare che un ammontare complessivo di 120 milioni di euro venga assegnato per finanziare l’allestimento di servizi Wi-fi gratis in 6mila-8mila comuni in tutti gli Stati membri. L’iniziativa contribuirà ad avere “tutte le città e cittadine europee con punti Internet gratis, nei principali centri per la vita pubblica nel 2020”, ha commentato il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.


Facebook, in Italia il 53% utenti è ‘over 35’

Category : Tecnologia

ROMA – In Italia il 53% degli utenti di Facebook ha più di 35 anni. Cresce molto la fascia di iscritti oltre i 45-55 anni e, rispetto a due anni fa, l’unica fascia di età che diminuisce è quella dei giovani fino a 18 anni in misura del 5%. Sono le rilevazioni di Vincenzo Cosenza, esperto italiano di social media.

Sono calcolati con lo strumento Facebook Advertising, sulla base dei 30 milioni di utenti attivi al giorno, di cui 28 milioni da dispositivi mobili, resi noti da Luca Colombo, country manager italiano del social network.

Secondo le rilevazioni, fatta eccezione per il decremento degli under 18, tutte le altre fasce d’età aumentano. C’è un incremento del 10% per gli utenti tra i 19 e i 24 anni e tra i 30 e 35 anni, mentre aumentano del 14% quella dei 36-45enni.

Questa è anche la parte più numerosa in termini assoluti con oltre 7 milioni di iscritti. Infine, i 25-29enni crescono del 19%, mentre il massimo incremento si deve alle fasce più in elevate: i 46-55enni aumentano del 21% e soprattutto gli ultra 55enni che allargano la rappresentanza del 29%.

“Oramai Facebook è destinato a rimanere nella dieta mediatica degli italiani – spiega Vincenzo Cosenza – continua a crescere ogni anno, al momento l’unico limite per la crescita è l’accesso ad internet nel nostro paese. E aumenterà sempre di più anche il dato degli utenti da dispositivi mobili, di cui sono forti utilizzatori gli italiani”.


Musica a distanza si suona con LoLa, tecnologia italiana

Category : Tecnologia

TRIESTE – Il sistema “LoLa”, che permette di far suonare insieme musicisti lontani migliaia di chilometri tra loro attraverso le reti ad altissima velocità, è stato insignito del “Géant Community Award” al suo ideatore, il maestro Massimo Parovel, professore di Teoria dell’armonia e analisi musicale presso il Conservatorio Tartini di Trieste.

L’idea nasce nel 2005, durante una conferenza Garr, la rete italiana di ricerca, quando Parovel, allora direttore del Tartini, teorizzò che sfruttando le caratteristiche tecnologiche e la banda ultra larga delle reti della ricerca gli artisti avrebbero potuto interagire in modo naturale tra loro pur trovandosi a migliaia di chilometri di distanza. Dall’idea si è passati al progetto vero e proprio che ha portato alla creazione del sistema di trasmissione audio/video LoLa (Low Latency), che permette collaborazioni artistiche a distanza in tempo reale, abbattendo i tempi di latenza e garantendo la massima qualità dei segnali.

Diffusosi in poco tempo ovunque nel mondo, LoLa è stato usato con successo per scopi formativi, masterclass, concerti e spettacolari performance interconnesse con musicisti, ballerini ed attori. E LoLa renderà possibile l’esecuzione di “net:art | near in the distance 3”, lo spettacolo di musica e danza che unirà in contemporanea in un palcoscenico virtuale multi-sito sei Paesi (Austria, Spagna, Repubblica Ceca, Finlandia, India e Italia) e che si terrà il primo giugno in occasione di Tnc17 a Linz.

“LoLa – commenta Parovel – è stato possibile grazie alla felice combinazione di tre fattori: un’idea tanto semplice quanto ambiziosa, quasi da sembrare impossibile, uno staff di esperti con cui ho condiviso l’idea ed una tecnologia adeguata.

Senza la tecnologia, e reti uniche come quelle della ricerca, non sarebbe stato possibile realizzarlo”. Per Claudio Allocchio, responsabile servizi avanzati Garr “il risultato è frutto di una ricerca continua che ha portato nel tempo a incrementare sempre più le performance: siamo partiti dalla trasmissione del video in bianco e nero per essere oggi capaci di trasmettere in full HD e, con la giusta attrezzatura, anche oltre fino a 4K”.


WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com