Monthly Archives: dicembre 2017

Altoparlanti smart accessibili agli hacker

Category : Tecnologia

Gli altoparlanti “smart” connessi a internet sempre più presenti in salotti e camere da letto potrebbero aprire la porta di casa anche agli hacker. Un gruppo di ricerca dell’azienda specializzata in sicurezza informatica Trend Micro ha scoperto che è possibile accedere a distanza ad alcuni dispositivi e far riprodurre loro suoni, brani e comandi vocali a piacimento. Lo riporta il sito Wired.

Gli esperti della Trend Micro hanno scoperto che alcuni modelli di speaker Sonos e Bose possono essere localizzati online con semplici scansioni di internet e controllati da remoto. Gli hacker a quel punto potrebbero usarli per riprodurre audio di ogni tipo nelle case dei proprietari. Casi del genere tra l’altro potrebbero essersi già verificati stando ad alcune segnalazioni di utenti. Trend Micro sottolinea inoltre che soltanto una esigua percentuale di altoparlanti Sonos e Bose è risultata accessibile, per lo più a causa di scarsa sicurezza della rete domestica degli utenti. Tuttavia la vulnerabilità non va sottovalutata, tanto che Sonos l’avrebbe già in parte corretta.

A preoccupare, in particolare, è la possibilità di lanciare dei comandi vocali tramite gli altoparlanti violati. Comandi che possono essere eseguiti da altri dispositivi che si trovano in casa, come Echo di Amazon o Google Home, o dallo stesso altoparlante compromesso. Il Sonos One ad esempio funziona con l’assistente vocale Alexa di Amazon ed è risultato tra i modelli vulnerabili. Considerando che con questi apparecchi si possono ormai controllare anche luci e serrature, il rischio intrusione può andare ben oltre lo scherzo o il cosiddetto “rickroll”, vecchia burla del web che consiste nel propinare a ignari utenti la canzone “Never Gonna Give You Up” di Rick Astley.


Violato il profilo Twitter di John McAfee

Category : Tecnologia

Beffa per il guru della sicurezza informatica John McAfee: il re degli antivirus afferma di essere stato vittima di hacker che gli avrebbero violato il telefonino e in particolare il profilo Twitter di cui si sarebbero serviti per promuovere criptomonete, tipo Bitcoin, meno conosciute.

In un tweet l’esperto informatico afferma che il suo account sul microblog è stato hackerato. Spiega di aver segnalato l’accaduto a Twitter e che alcuni post sulla “moneta del giorno”, poi cancellati, non sono stati opera sua. “Anche se sono un esperto di sicurezza”, spiega, “non ho controllo sulla sicurezza di Twitter”. “Sono un obiettivo di hacker che hanno perso denaro e danno la colpa a me”.

Secondo quanto spiegato da McAfee alla Bbc, gli hacker avrebbero violato l’autenticazione a due fattori di Twitter, il sistema che oltre alla password richiede un codice aggiuntivo inviato sul telefono cellulare per accedere alla piattaforma.

Fondatore dell’omonima compagnia specializzata in antivirus informatici, poi ceduta a Intel, l’imprenditore scozzese è stato anche sotto i riflettori delle cronache internazionali per il presunto coinvolgimento in un omicidio in Belize e una fuga rocambolesca. Da un anno è alla guida di Mgt Capital, società specializzata nella verifica di transazioni in Bitcoin, e viene seguito anche come guru delle criptomonete. (ANSA).


Snapchat come FB, crea raccolte dell’anno

Category : Tecnologia

Dopo essere stato per molti elementi fonte di “ispirazione” per Facebook e Instagram, per un volta è Snapchat a proporre una funzione clonata dal social network in blu: l’app mostra agli utenti una raccolta degli “Snap” più significativi conservati durante l’anno, come ricordo del 2017 da condividere con amici e contatti.

La funzione va controcorrente rispetto alla filosofia dei messaggi “usa e getta” lanciata da Snapchat, ma la piattaforma già un anno fa ha introdotto una deroga significativa permettendo agli utenti di salvare i loro post in una sezione apposita di ricordi che può superare il limite di visibilità di 24 ore. Lo “sguardo al 2017” è una Storia assemblata automaticamente dall’algoritmo di Snapchat pescando tra gli Snap salvati tra i ricordi, ma gli utenti possono personalizzarlo, aggiungendo o togliendo foto e video, prima di condividerlo.

Facebook ha cominciato a proporre ai suoi utenti “il best of” del loro anno sul social già a inizio dicembre. Sulla stessa scia anche Google Foto che propone una selezione di “sorrisi dell’anno”.


Uber, offerta Softbank va in porto per acquisto quota

Category : Tecnologia

L’offerta di Softbank per acquistare una quota importante di Uber ha avuto successo. Secondo indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, gli investitori e i dipendenti dell’app avrebbero ceduto a Softbank il 20% della società. Softbank dovrebbe comunque limitare la sua quota al 15%, con gli altri partner del consorzio che rileverebbero le azioni restanti. L’offerta valuta Uber 48 miliardi di dollari, offrendo a Softbank uno scontro del 30% sulla piu’ recente valutazione da 70 miliardi di dollari di Uber.


Gli smartphone si caricheranno ‘a distanza’

Category : Tecnologia

Non più solo ricarica wireless per gli smartphone di nuova generazione: in futuro la batteria di telefonini e altri dispositivi elettronici si potrà caricare anche senza contatto con la base di ricarica. Negli Stati Uniti l’autorità per le telecomunicazioni (Fcc) ha dato il primo ok a un nuovo sistema sviluppato da una start up della Silicon Valley che consente di ricaricare batterie che si trovano entro un raggio di circa 90 centimetri.


La tecnologia, che sarà mostrata a gennaio al CES di Las Vegas, è stata realizzata dalla compagnia californiana Energous, di San Josè. Sfrutta il trasmettitore WattUp Mid Field che converte l’elettricità in frequenze radio e poi trasmette l’energia ai dispositivi vicini equipaggiati con un ricevitore dedicato. Può fornire sia carica “a contatto”, come gli attuali sistemi “wireless”, sia anche a distanza. WattUp può inoltre caricare più dispositivi contemporaneamente.

È in grado di funzionare su smartphone, tablet, smartwatch, ma anche auricolari, altoparlanti o tastiere senza fili. Il sistema inoltre è “aperto”, sottolinea Energous: un trasmettitore prodotto da una compagnia può funzionare con dispositivi di altri produttori.


Snapchat, le Storie sbarcheranno sul web

Category : Tecnologia

In piena fase di rilancio, Snapchat spinge sulle Storie e vuole portarle “ovunque”, anche sul web.

Secondo indiscrezioni riportate dal sito Cheddar, l’applicazione nata per i messaggi usa e getta sta lavorando a una funzione per rendere disponibili i contenuti creati nel formato delle Storie sui siti web e anche su altre piattaforme e applicazioni.

Tali post si potrebbero incorporare nelle pagine web proprio come si fa con i tweet o i post di Facebook. Una mossa che servirebbe a dare una visibilità maggiore ai contenuti creati con Snapchat e a spingere la crescita del numero di utenti, in fase di stallo. Il progetto al momento è ancora in fase iniziale di sviluppo e la compagnia del fantasmino giallo non ha commentato le indiscrezioni.

Le Storie sono state una delle primissime funzioni lanciate da Snapchat, nell’ottobre 2013, che ha contribuito al boom iniziale dell’app. Nate come modo per permettere agli utenti di raccontare esperienze in “pillole” di foto e clip visibili per non più di 24 ore, le Storie sono diventate un formato accattivante anche per editori, influencer, brand. Non a caso sono diventate l’elemento più “copiato” di Snapchat. In primis da Facebook che le ha portate sul social, sulle chat WhatsApp e Messenger e su Instagram, dove ora spopolano dando del filo da torcere alla stessa Snapchat. Formato simile alle Storie sta per debuttare anche su YouTube, col nome di “Reels”.


Instagram, arrivano i post raccomandati

Category : Tecnologia

Mini rivoluzione in casa Instagram: nel flusso di post gli utenti cominceranno a vedere anche foto e clip di persone che non si seguono. Si tratta di post “raccomandati” dal social network, che potrebbero interessare gli utenti sulla base dei “Mi piace” degli account già seguiti.

Lo riporta il sito TechCrunch che ha scovato la novità nelle pagine di supporto online di Instagram e ottenuto conferma dalla compagnia.

La nuova sezione “Raccomandati per te” è stata testata a inizio mese e ora è in graduale fase di rilascio per tutti gli utenti. Nel feed, con esplicita etichetta, compariranno dai 3 ai 5 post consigliati al giorno.

L’obiettivo sembrerebbe quello di spingere gli utenti a conoscere nuovi account e nuovi contenuti anche se non navigano nella sezione “Esplora”, dove finora erano relegati i suggerimenti “esterni” di Instagram.

L’opzione non può essere disattivata, ma gli utenti potranno scegliere di nascondere i post mostrati.

Si tratta di una delle principali novità per il social dopo la decisione di mostrare i post non più in modo cronologico, ma in un ordine di importanza deciso da un algoritmo sulla scia di quanto avviene su Facebook. Da poco si ha inoltre anche la possibilità di seguire degli argomenti (tramite “hashtag”), non solo account di persone, compagnie o media. Un modo in più per “allargare” i propri orizzonti su Instagram.


Samsung, grana batteria su alcuni Note 8

Category : Tecnologia

– Dopo il flop del Galaxy Note 7, ritirato dal mercato per le batterie a rischio esplosione, Samsung alle prese con una grana per il nuovo modello del “phablet”, il Note 8. Sul forum online della compagnia alcuni utenti segnalano di non riuscire a ricaricarne la batteria dopo averla completamente scaricata.

Interpellata dall’ANSA, la società fa sapere tramite portavoce che “sono in corso verifiche a livello globale su questa segnalazione tecnica”. “Il nostro reparto di ricerca e sviluppo”, spiega Samsung, “sta effettuando delle verifiche più approfondite e dettagliate ma non possiamo fornire al momento informazioni più specifiche”. La società invita chiunque riscontri la problematica a “contattare il servizio clienti” (al numero 800 7267864).

Nei post sul forum Samsung, riporta il sito Piunikaweb, alcuni utenti spiegano che una volta spenti perché completamente scarichi, i loro Galaxy Note 8 hanno smesso di funzionare. Messa in carica, la batteria non si sarebbe rianimata. In alcuni casi gli utenti segnalano che Samsung ha provveduto a sostituire i dispositivi difettosi.

Secondo il sito Android Authority la questione non sarebbe circoscritta ai Note 8, ma ci sarebbero segnalazioni dello stesso difetto anche per alcuni Galaxy S8 Plus.

Lanciato ad agosto e disponibile anche in Italia, il Galaxy Note 8 è il dispositivo della rivincita per Samsung dopo la debacle dello scorso anno del Note 7, vietato in volo e ritirato dal mercato a causa di batterie difettose – come confermato da un’indagine interna della compagnia – che ne provocavano il surriscaldamento e in alcuni casi l’esplosione.(ANSA).


Ecco il telefonino più piccolo del mondo

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 28 DIC – Mentre il mercato degli smartphonesforna dispositivi sempre più grandi, un’azienda ha deciso diandare in controtendenza: si chiama Zanco, ed è punta a potaresugli scaffali quello che definisce il telefonino più piccolodel mondo.

La società ha lanciato una raccolta di fondi sullapiattaforma Kickstarter per produrre il “tiny t1”, un cellularecon funzioni di base e dimensioni mini. Il dispositivo è alto4,67 centimetri e largo 2,1 cm, ha uno spessore 1,2 cm e un pesodi appena 13 grammi. Nel suo corpicino trovano posto unatastiera numerica e uno schermo Oled da 0,49 pollici conrisoluzione da 64×32 pixel, l’altoparlante, il microfono,l’alloggiamento per la scheda telefonica e la presa perricaricarlo.

Il cellulare funziona sulle vecchie reti 2G. La batteria da200 mAh consente un’autonomia di 3 giorni in standby e di 3 oredi conversazione. Riesce a tenere in memoria 300 numeritelefonici, 50 sms e la lista delle ultime 50 chiamate.

Date le caratteristiche, si pone come come un telefonod’emergenza, da portare dietro quando si va a correre, in bici osi praticano sport estremi.

Il “tiny t1” è prenotabile su Kickstarter con un’offertaminima di 35 sterline, circa 39 euro. Le consegne sono previstea partire dal maggio prossimo. L’azienda puntava a raccogliere28mila euro, ma è già vicina ai 100mila euro. (ANSA).


Smartphone si caricheranno ‘a distanza’

Category : Tecnologia

Non più solo ricarica wireless per gli smartphone di nuova generazione: in futuro la batteria di telefonini e altri dispositivi elettronici si potrà caricare anche senza contatto con la base di ricarica. Negli Stati Uniti l’autorità per le telecomunicazioni (Fcc) ha dato il primo ok a un nuovo sistema sviluppato da una start up della Silicon Valley che consente di ricaricare batterie che si trovano entro un raggio di circa 90 centimetri.


La tecnologia, che sarà mostrata a gennaio al CES di Las Vegas, è stata realizzata dalla compagnia californiana Energous, di San Josè. Sfrutta il trasmettitore WattUp Mid Field che converte l’elettricità in frequenze radio e poi trasmette l’energia ai dispositivi vicini equipaggiati con un ricevitore dedicato. Può fornire sia carica “a contatto”, come gli attuali sistemi “wireless”, sia anche a distanza. WattUp può inoltre caricare più dispositivi contemporaneamente.

È in grado di funzionare su smartphone, tablet, smartwatch, ma anche auricolari, altoparlanti o tastiere senza fili. Il sistema inoltre è “aperto”, sottolinea Energous: un trasmettitore prodotto da una compagnia può funzionare con dispositivi di altri produttori.


WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com