NAPOLI – “Ci troviamo oggi a celebrare, per la prima volta nel mondo, la nascita di una collaborazione tra due giganti della Silicon Valley, Apple e Cisco”. Lo sottolinea a Napoli, il premier Paolo Gentiloni. “Proprio qui alla Federico II, a Napoli, in Campania, nel Mezzogiorno nasce una collaborazione nel campo dell’education, formazione – tra Apple e Cisco che annuncia oggi la creazione della sua networking academy, un fatto assolutamente straordinario. Date un buon esempio al Paese”.

“A Napoli per la prima volta al mondo – ha detto Chuck Robbins, presidente ed amministratore delegato di Cisco, nel corso della presentazione della Cisco Academy – tentiamo una collaborazione con Apple. Stiamo avendo già collaborazione con clienti ma per la prima volta siamo presenti nello stesso luogo nel mondo”. “Ho parlato prima gli con studenti – ha aggiunto Robbins – che scrivono applicazioni per Apple e potranno ora avere anche informazioni sull’internet delle cose e la cybersecurity. Siamo contenti anche della presenza del co-innovation hub che attrarrà qui più aziende. Per la prima volta uniamo nello stesso luogo l’innovation hub e l’academy”.

Gentiloni, innovazione è opportunità importante per il Sud

“L’innovazione digitale è un’opportunità non una minaccia da cui tenersi al riparo ed è particolarmente importante per alcune zone del Paese come il Mezzogiorno che hanno livelli di crescita e diffusione del benessere diverso da altre parti del Paese”. Lo ha detto il presidente del consiglio Paolo Gentiloni nel suo intervento alla Inaugurazione della Cisco Academy di Napoli.

“Il Sud – ha aggiunto Gentiloni – si muove con le sue forze come ha ricordato il sindaco di Napoli ma anche con l’impegno del governo per creare condizioni favorevoli perché le imprese agiscano al Sud. Questa innovazione tecnologica ci aiuta a ridurre le distanze tra grandi aree urbane e territorio che le circonda, tra nord e sud, tra diversi quartieri della stessa città. Potenzialmente l’innovazione digitale riduce differenze, dà pari opportunità informative e tecnologiche. Con questo sguardo ottimista dobbiamo pensare alla rivoluzione tecnologica”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com