ROMA – Google schiaccia l’acceleratore sul settore smartphone e completa l’acquisizione di un pezzo di Htc annunciata a settembre scorso. Con un accordo da 1,1 miliardi di dollari, il colosso di Mountain View da oggi integra il team di Htc che ha lavorato ai suoi smartphone Pixel, compresa la versione 2 lanciata lo scorso autunno, e si assicura una licenza non esclusiva su alcune proprietà intellettuali della compagnia taiwanese.

Htc spiega che continuerà a produrre dispositivi mobili con il suo marchio e a sviluppare visori Vive per la realtà virtuale. Faranno parte invece della forza lavoro di Google circa duemila ingegneri che rimarranno di stanza a Taipei. L’ufficio di Taiwan sarà così per Big G il maggiore di tutta la regione dell’Asia-Pacifico sul fronte dell’ingegneria.

Google aveva già provato a esordire direttamente nel mercato “mobile” acquisendo nel 2012 Motorola Mobility per 12,5 miliardi di dollari. Divisione poi ceduta alla cinese Lenovo due anni dopo per 2,91 miliardi di dollari.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com