Monthly Archives: aprile 2018

Facebook come Tinder, Zuckerberg lancia sito di incontri

Category : Tecnologia

Facebook sbarca nel mercato dei siti di incontri, come Tinder. Lo ha annunciato il patron Mark Zuckerberg, aprendo la conferenza annuale degli sviluppatori di software a San Jose, California, dove ha ribadito i suoi sforzi per proteggere i dati degli utenti dopo lo scandalo di Cambridge Analytica. La nuova funzione di ‘dating’, ha spiegato, “è destinata a costruire relazioni autentiche e durevoli, non solo di una serata”, ha assicurato, ricordando che circa 200 milioni dei 2 miliardi di utenti sono celibi o nubili.

Zuckerberg non ha precisato se il nuovo servizio sarà a pagamento ma ha sottolineato che gli utilizzatori potranno creare un “profilo di incontro” distinto dal profilo della loro pagina Facebook e che i partner potenziali saranno suggeriti sulla base dei dati di questo nuovo profilo. Dopo l’annuncio, uno dei principali siti di incontri a pagamento negli Usa, Match, è crollato a Wall Street del 17%.


25 anni fa il web diventava libero

Category : Tecnologia

Il World Wide Web, la rete che tiene insieme 4,5 miliardi di pagine, festeggia 25 anni di libertà. Era il 30 aprile del 1993, infatti, quando il Cern di Ginevra decise di mettere a disposizione di tutti, pubblicamente e senza diritti, il codice sorgente alla base della “ragnatela digitale”. Il Web è stato ideato nel 1989 da Tim Berners-Lee, un ricercatore del Cern, per favorire la condivisione delle informazioni tra i fisici di università e istituti di ricerca.

La sua data di nascita ufficiale è il 6 agosto 1991, quando Berners-Lee pubblicò il primo sito web. All’inizio il Web era solo uno dei servizi di internet disponibili, ma la semplicità d’uso e soprattutto la decisione di renderlo libero ne ha favorito la rapida diffusione fino alle dimensioni attuali, con oltre 1 miliardo di siti online. La chiave di volta sono stati però i motori di ricerca – Google è oggi il più usato – che indicizzano le pagine consentendo agli internauti di trovare ciò che cercano nel mare magnum della rete.


Usa, consegne Amazon con auto Volvo

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 30 APR – Gli svedesi della Volvo hannolanciato in 37 città degli Stati Uniti il servizio di consegna”a bordo” dei propri veicoli delle merci acquistate tramite ilnoto sito di commercio elettronico Amazon. Il servizio, giàsperimentato con successo dal 2015 in Scandinavia e in Svizzera,è possibile grazie alla connessione delle vetture alla reteInternet e al sistema di sblocco a distanza delle serrature deimezzi, la cosiddetta chiave elettronica.

Attivabile con un’app, funziona con tutte le vetture dotatedella piattaforma tecnologica Volvo On Call. Utilizzarlo èsemplice: basta scaricare sullo smartphone il programma AmazonKey, collegare il proprio profilo registrato nel sito dicommercio elettronico all’identità Volvo On Call e scegliere infase d’acquisto dei beni la consegna ”In car”. Nella fasciaoraria del giorno di recapito del pacco, il mezzo andràposteggiato in un’area limitrofa all’indirizzo indicatodall’automobilista che sarà poi avvisato, a consegnaavvenuta.(ANSA).


Google, compenso medio 197.000 dollari

Category : Tecnologia

(ANSA) – NEW YORK, 30 APR – I dipendenti di Alphabet, lacasa madre di Google, guadagnano in media 197.000 dollaril’anno. Pur trattandosi del quarto compenso piu’ alto fra leaziende quotate allo S&P 500, i dipendenti di Alphabet – riportail Wall Street Journal – incassano in media il 18% in meno diquelli di Facebook, che hanno un salario medio di 240.000dollari. Gli stipendi elevati dei due colossi mostrano la guerrain corso nella Silicon Valley per accaparrarsi e mantenere imigliori talenti.(ANSA).


Facebook testa il pulsante ‘downvote’

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 30 APR – Un tasto “non mi piace”,rappresentato dal pollice verso, su Facebook potrebbe nonarrivare mai. Il social network sta però portando avanti lasperimentazione di un pulsante per esprimere un parere -positivo o negativo – sui commenti, in modo da favorire unoscambio di opinioni costruttivo. Dopo un test iniziale afebbraio su un gruppo di utenti statunitensi, la società sta oraproponendo la funzione a un campione di persone in Nuova Zelandae Australia.

La novità interessa alcune pagine pubbliche. Qui gli utenti,per ogni commento scritto dagli altri sotto a un post, hanno adisposizione due nuovi tasti: “downvote e “upvote”, cioè unafreccia rivolta verso il basso e una verso l’alto, con cuiesprimere un giudizio negativo o positivo.

Le frecce non sostituiscono, ma si aggiungono alle”reaction”, cioè ai sei disegnini con cui si esprime la propriareazione sul social (pollice insù, cuore, faccina che ride,piange, è arrabbiata o stupita). Nella visione di Facebook, lereaction rappresentano una reazione emotiva, mentre con lefrecce gli utenti dovrebbero esprimere una sorta di giudizio dimerito, più razionale.

“Le persone ci hanno detto che vorrebbero vedere discussionipubbliche migliori su Facebook, e vorrebbero avere spazi in cuiutenti con opinioni diverse possono avere un dialogo piùcostruttivo”, ha spiegato un portavoce di Facebook. “A tal fine,stiamo eseguendo un piccolo test in Nuova Zelanda che consentealle persone di esprimere un voto positivo o negativo suicommenti”.

I commenti che ricevono più frecce in alto, consideratidunque più utili o interessanti, dovrebbero avere una visibilitàmaggiore, al contrario di quelli che raccolgono molte frecceverso il basso.(ANSA).


Apple lavora a visore per realtà mista

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 30 APR – Apple starebbe lavorando a un visoreche sfrutta sia la realtà virtuale sia la realtà aumentata. Adirlo, secondo il sito Cnet, è una fonte vicina alla compagnia.

Il dispositivo, dal nome in codice T288, sarebbe nelle primefasi di sviluppo e potrebbe arrivare sugli scaffali nel 2020.

In base all’indiscrezione, il visore avrebbe le lenti fattecon display dalla risoluzione 8K, più elevata dei miglioritelevisori in commercio. Il dispositivo sarebbe indipendente eslegato da computer e smartphone, ma comunicherebbe con un box,attraverso una connessione senza fili ad alta velocità, esfrutterebbe un processore ad hoc prodotto dalla stessa Apple.

L’indiscrezione è l’ultima che vede la società di Cupertinoal lavoro sulla realtà aumentata, una tecnologia per cui il CeoTim Cook ha espresso più volte apprezzamento. Secondo vocirisalenti all’inizio del 2017, Apple starebbe collaborando conla tedesca Carl Zeiss. Nel novembre scorso la Mela ha rilevatola società canadese Vrvana, sviluppatrice del visoreTotem.(ANSA).


Privacy, ‘protezione dei dati è un diritto di libertà’

Category : Tecnologia

E’ in onda in questi giorni sui canali radio e TV della Rai lo spot sul nuovo Regolamento europeo intitolato “La protezione dei dati è un diritto di libertà”.

Il video, realizzato “in house” dal Garante per la privacy e trasmesso negli spazi radiotelevisivi dedicati alla comunicazione istituzionale, intende presentare al grande pubblico le principali novità introdotte dalla nuova normativa europea in materia di protezione dei dati personali.

Lo spot, diffuso nell’imminenza dalla definitiva entrata in vigore del Regolamento il prossimo 25 maggio 2018, è disponibile anche sul sito web www.garanteprivacy.it e sui profili social del Garante su Linkedin, Instagram, Google+ e su YouTube.

LO SPOT

L’Autorità ha attivato una pagina dedicata all’informazione sul Regolamento UE/2016/679 dove sono disponibili anche una guida per l’applicazione del Regolamento e vari documenti utili, come le Linee guida che il Garante ha contribuito a definire in sinergia con le altre Autorità privacy europee per facilitare la comprensione e l’applicazione del nuovo quadro normativo.


Telegram: app down per alcune ore, lento ripristino attività

Category : Tecnologia

L’app di messaggistica Telegram sta lentamente tornando alla normale funzionalità dopo uno stop di alcune ore che ha causato pesanti disagi in Europa, Russia e Nord Africa. A confermarlo è la stessa società russa che in un tweet spiega che i tecnici sono al lavoro per risolvere i danni dovuti a una ‘massiccia interruzione di corrente in Olanda’ che ha colpito anche i server del gruppo.

Dopo ore di silenzio, Telegram ha inviato pochi minuti fa un nuovo tweet in cui assicura che il danno è stato riparato e che gli ingegneri stanno lavorando per il ripristino dell’app. ‘Per favore, aspetta!’ è l’invito agli utilizzatori dell’app.

Telegram conta circa duecento milioni di iscritti in tutto il mondo.


Google cambia Gmail, i messaggi si autoeliminano

Category : Tecnologia

Google rinnova Gmail, il servizio di posta elettronica che conta oltre 1,2 miliardi di utenti nel mondo. La compagnia di Mountain View dà vita a un cambiamento che segue due direttrici: l’uso dell’intelligenza artificiale – ormai un must in ogni ambito informatico – e l’incremento della sicurezza dei dati, che arriva a un mese di distanza dal Gdpr, il regolamento Ue sulla privacy in vigore dal 25 maggio prossimo. La stretta sulla protezione delle comunicazioni si chiama “confidential mode” e introduce le email che si autodistruggono, un po’ come accade con i messaggini di alcune app come Snapchat.

Quando si devono inviare dati confidenziali – dalla dichiarazione dei redditi al referto medico – si può stabilire una data di scadenza del messaggio, oltre la quale non sarà più leggibile. Si può inoltre far sì che l’email non si possa copiare, stampare o inoltrare, per evitare condivisioni accidentali. L’intelligenza artificiale in Gmail ha diverse declinazioni: dà priorità ai messaggi, ricorda di rispondere a quelli importanti, suggerisce risposte automatiche e consiglia di annullare l’iscrizione ad alcune newsletter, ad esempio quelle che continuiamo a ricevere ma non guardiamo mai.

Le novità non finiscono qui. Google ha rinverdito a livello grafico il servizio di posta, con un look più fresco e pulito, e ha introdotto la possibilità di interagire con i messaggi senza aprirli. Dalla lista delle email in arrivo si può infatti decidere di cestinare o controllare gli allegati, e anche di impostare lo “snooze”. Funzione simile a quella della sveglia, che la fa suonare nuovamente alcuni minuti dopo, consente di rinviare un’email al momento della giornata in cui avremo tempo da dedicarle.


Snap ci riprova, ecco i nuovi Spectacles

Category : Tecnologia

(ANSA) – ROMA, 27 APR – Snap ci riprova. La società dellacelebre app Snapchat lancia una seconda versione dei suoiocchiali da sole con fotocamera integrata. Gli Spectacles V2hanno una montatura più sottile e leggera rispetto aipredecessori, e sono resistenti all’acqua. Il prezzo però saleda 130 a 150 dollari, che si traducono in 175 euro per gliacquirenti italiani.

Gli occhiali registrano video di 30 secondi toccando ilpulsante sulla montatura, e scattano foto tenendolo premuto. Leimmagini in alta definizione così catturate sono trasmesse aSnapchat sullo smartphone “a una velocità quattro voltesuperiore rispetto a prima”, assicura la società.

Dal peso di appena 45 grammi, e disponibili in 3 colori –nero, rosso e blu – gli occhiali arrivano a due anni di distanzadai primi Spectacles, che non hanno ottenuto il successosperato. Snap ne ha venduti solo 220mila esemplari, con uninvenduto che ha pesato per 40 milioni di dollari.(ANSA).


WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com