(ANSA) – ROMA, 15 LUG – La blockchain, il meccanismo di’catena dei blocchi’ alla base della produzione di bitcoin e ditutte le monete virtuali, potrebbe essere la prossima novitàdirompente per gli smartphone. Ci scommettono aziendetecnologiche piccole e grandi con i primi dispositivi basati suquesto protocollo da molti esperti definito dirompente per isuoi molteplici utilizzi, della sicurezza informatica edell’amministrazione digitale, da testamento biologico adatabase per le università fino alla tracciabilità del cibo. A crederci è l’azienda taiwanese Htc che ha già applicato lablockchain al settore dei giochi. Secondo indiscrezioni, sarebbepronta a lanciare entro il 2018 il dispositivo Exodus. Poco sisa sulle caratteristiche tecniche ma Phil Chen, Chief CryptoOfficer di Htc, l’ha definito “un telefono personale da dovehanno origine tutti i dati legati all’utente che lo utilizza eche permette di decentrare Internet”. Anche lo sviluppatoresvizzero Sirin Labs sarebbe impegnata sul fronte blockchain. Loscorso dicembre con una raccolta di fondi (Ico) ha rastrellatoquasi 160 milioni di dollari per il progetto di uno dispositivobasato sulla ‘catena dei blocchi’ e spera di concedere inlicenza la sua tecnologia ad altri produttori di cellulari.

Secondo indiscrezioni la prima interessata sarebbe Huawei. Ma potrebbe essere Facebook a sdoganare il blockchain. Nellescorse settimane il social network ha messo in piedi una squadra’ad hoc’ che avrà il compito di valutare le diverse applicazionidi questa tecnologia. Compreso il lancio di una suacriptovaluta, un ‘token’ virtuale che consentirebbe agli oltredue miliardi di amici di effettuare pagamenti elettronici.

(ANSA)

Web Hosting

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com